HomeConcorsi PubbliciMinistero della Difesa: Concorso per 15 Posti da Dirigente II Fascia

Ministero della Difesa: Concorso per 15 Posti da Dirigente II Fascia

concorsi-ministero-della-difesa

Il Ministero della Difesa ha pubblicato un Concorso per la ricerca di 15 figure come Personale Dirigenziale di seconda fascia da inserire a tempo indeterminato.

Bando di Concorso

E' indetto  concorso  pubblico,  per  titoli  ed  esami,  per  il
reclutamento di complessive quindici unita', a  tempo  indeterminato,
di personale dirigenziale di seconda fascia, in prova, nel ruolo  dei
dirigenti del Ministero della difesa, da destinare ai  propri  uffici
sul territorio nazionale, come di seguito specificato: 
      profilo A: tredici unita' di dirigente amministrativo -  codice
concorso MD/DA; 
      profilo B: due unita' di dirigente tecnico  -  codice  concorso
MD/DT. 
    Ai sensi dell'art. 2259-quinquies del decreto legislativo  n.  66
del 2010, il 50 per cento dei posti  messi  a  concorso  per  ciascun
profilo (pari rispettivamente a sei e una  unita')  e'  riservato  al
personale civile appartenente  all'area  terza  del  Ministero  della
difesa che  abbia  superato  tutte  le  prove  d'esame  previste  dal
presente bando e sia in possesso dei requisiti di cui  al  successivo
art. 2, cosi' come previsto dall'art. 3, comma  2,  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 24 settembre 2004, n. 272. Al riguardo  i
candidati  inseriranno  apposita  dichiarazione  nella   domanda   di
partecipazione al concorso. 
    La riserva di legge  e  i  titoli  di  preferenza  sono  valutati
esclusivamente all'atto della formulazione della  graduatoria  finale
di merito di cui al successivo art. 11. 
    I posti riservati, ove non utilizzati, sono conferiti agli idonei
secondo l'ordine di graduatoria.

Requisiti di Partecipazione al Concorso

Per l'ammissione alle procedure concorsuali di cui all'art. 1  e'
richiesto il possesso dei requisiti di seguito indicati: 
      a) cittadinanza italiana; 
      b) godimento dei diritti civili e politici; 
      c) trovarsi in una delle seguenti posizioni: 
        essere dipendenti di ruolo delle  pubbliche  amministrazioni,
muniti di laurea, che hanno compiuto almeno cinque anni  di  servizio
o, se  in  possesso  del  dottorato  di  ricerca  o  del  diploma  di
specializzazione (DS) conseguito presso le Scuole di specializzazione
individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di
concerto con il Ministro dell'universita' e della ricerca, almeno tre
anni di servizio, svolti in posizioni funzionali per  l'accesso  alle
quali e' richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma
di laurea. Per i dipendenti delle amministrazioni statali  che  siano
stati reclutati a seguito di corso- concorso, il periodo di  servizio
e' ridotto a quattro anni; 
        essere in possesso della qualifica di  dirigente  in  enti  e
strutture  pubbliche  non  ricomprese  nel  campo   di   applicazione
dell'art. 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001, muniti del
diploma di laurea, che abbiano svolto per almeno due anni le funzioni
dirigenziali; 
        aver  ricoperto  incarichi  dirigenziali  o   equiparati   in
amministrazioni pubbliche per un periodo non inferiore a cinque anni,
purche' muniti del diploma di laurea; 
        essere  cittadini  italiani   che   hanno   svolto   servizio
continuativo  per  almeno  quattro  anni  presso  enti  od  organismi
internazionali in posizioni funzionali  apicali  per  l'accesso  alle
quali e' richiesto il possesso del diploma di laurea; 
      d)  idoneita'  fisica  all'impiego.  L'amministrazione  ha   la
facolta' di sottoporre a visita medica di controllo  i  vincitori  di
concorso, in base alla normativa vigente; 
      e) essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: 
        per il profilo A: 
          laurea magistrale (LM) in Giurisprudenza LMG 01; Archivista
e  biblioteconomia  LM-5;   Filologia   moderna   LM-14;   Filologia,
letterature e storia dell'antichita' LM-15;  Informazione  e  sistemi
editoriali LM-19; Linguistica LM-39; Metodologie informatiche per  le
discipline umanistiche LM-43; Relazioni internazionali LM-52; Scienze
dell'economia LM-56; Scienze della comunicazione pubblica,  d'impresa
e pubblicita' LM-59; Scienze  della  politica  LM-62;  Scienze  delle
pubbliche amministrazioni LM-63; Scienze  economico-aziendali  LM-77;
Scienze per la cooperazione allo sviluppo LM-81; Scienze  statistiche
LM-82; Studi  europei  LM-90;  Tecniche  e  metodi  per  la  societa'
dell'informazione LM-91; Teorie della comunicazione LM-92;  o  titoli
equiparati ai sensi della normativa vigente; 
          diploma  di  laurea   (DL)   in   Giurisprudenza,   Scienze
politiche,  Economia  e  commercio,  Scienze   della   comunicazione,
Lettere, Statistica, o titoli equiparati  ai  sensi  della  normativa
vigente; 
        per il profilo B: 
          laurea  magistrale  (LM)  in  Ingegneria   aerospaziale   e
astronautica LM-20; Ingegneria biomedica  LM-21;  Ingegneria  chimica
LM-22; Ingegneria civile LM-23; Ingegneria dei sistemi edilizi LM-24;
Ingegneria dell'automazione LM-25; Ingegneria della sicurezza  LM-26;
Ingegneria delle telecomunicazioni LM-27; Ingegneria elettrica LM-28;
Ingegneria elettronica LM-29; Ingegneria energetica e nucleare LM-30;
Ingegneria gestionale LM-31; Ingegneria informatica LM-32; Ingegneria
meccanica LM-33; Ingegneria navale LM-34; Ingegneria per l'ambiente e
il  territorio  LM-35;  o  titoli  equiparati  secondo  la  normativa
vigente, nonche' il possesso  dell'abilitazione  all'esercizio  della
professione; 
          diploma  di  laurea  (DL)   in   Ingegneria   aerospaziale;
Ingegneria  biomedica;   Ingegneria   chimica;   Ingegneria   civile;
Ingegneria  edile;  Ingegneria  della  sicurezza;  Ingegneria   delle
telecomunicazioni;  Ingegneria  elettrica;  Ingegneria   elettronica;
Ingegneria nucleare; Ingegneria gestionale;  Ingegneria  informatica;
Ingegneria meccanica; Ingegneria navale; Ingegneria per l'ambiente  e
il territorio; o titoli  equiparati  secondo  la  normativa  vigente,
nonche'   il   possesso   dell'abilitazione    all'esercizio    della
professione. 
    I titoli sopra citati si intendono conseguiti presso  universita'
o altri istituti equiparati della Repubblica. I candidati in possesso
di titolo accademico rilasciato da un Paese dell'Unione europea  sono
ammessi  alle  prove  concorsuali,  purche'  il  titolo   sia   stato
dichiarato  equivalente  con  provvedimento  della   Presidenza   del
Consiglio  dei  ministri  -  Dipartimento  della  funzione  pubblica,
sentito  il  Ministero  dell'istruzione,  dell'universita'  e   della
ricerca, ai sensi dell'art. 38, comma 3, del decreto  legislativo  30
marzo 2001, n. 165 ovvero sia stata attivata la predetta procedura di
equivalenza. Il candidato  e'  ammesso  con  riserva  alle  prove  di
concorso  in  attesa  dell'emanazione  di  tale   provvedimento.   La
dichiarazione di equivalenza va acquisita anche nel caso  in  cui  il
provvedimento sia gia' stato ottenuto per la partecipazione ad  altri
concorsi. La  modulistica  e  la  documentazione  necessaria  per  la
richiesta di equivalenza sono reperibili sul sito istituzionale della
Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento  della  funzione
pubblica www.funzionepubblica.gov.it 
    La procedura di equivalenza puo' essere attivata sino  alla  data
di scadenza del termine utile per la presentazione delle  domande  di
ammissione al concorso di cui al successivo art. 3. 
    E' consentita la partecipazione ad uno solo dei  profili  di  cui
all'art. 1. Se un candidato avanza domanda di partecipazione per piu'
di un  profilo,  e'  presa  in  considerazione  l'ultima  candidatura
presentata in ordine di tempo. A tal fine fa fede la data  e  ora  di
presentazione della domanda registrata dal sistema informatico. 
    I requisiti prescritti  devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza del termine utile per  la  presentazione  delle  domande  di
ammissione al concorso, indicato al successivo art. 3. 
    Non sono ammessi  al  concorso  coloro  che  sono  stati  esclusi
dall'elettorato  politico  attivo  nonche'  coloro  che  sono   stati
destituiti   o   dispensati   dall'impiego   presso   una    pubblica
amministrazione per persistente insufficiente rendimento  o  decaduti
dall'impiego statale ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del
testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati
civili  dello  Stato  approvato  con  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  10  gennaio  1957,  n.  3,  o   licenziati   per   motivi
disciplinari  ai  sensi  della   normativa   o   delle   disposizioni
contrattuali  disciplinanti  la  materia,  o  per   aver   conseguito
l'impiego o sottoscritto il contratto individuale di lavoro  mediante
produzione di documenti falsi o, comunque, con mezzi fraudolenti.

Invio della Domanda di Partecipazione

Il presente bando sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi  ed  esami».  Sara'
altresi' consultabile sul Portale «inPA» - disponibile  all'indirizzo
internet:  «https://www.inpa.gov.it»  -  e  sul  sito  ufficiale  del
Ministero della difesa. 
    La domanda puo' essere presentata a decorrere dalle ore 00,01 del
1°  settembre  2022.  Il  candidato  dovra'  inviare  la  domanda  di
ammissione   al   concorso   esclusivamente   per   via   telematica,
autenticandosi  con  SPID/CIE/CNS/eIDAS,  compilando  il  format   di
candidatura sul portale «inPA» - raggiungibile  dalla  rete  internet
all'indirizzo: «https://www.inpa.gov.it» - previa  registrazione  del
candidato sullo stesso portale. Per la partecipazione al concorso  il
candidato  deve  essere  in  possesso  di  un  indirizzo   di   posta
elettronica certificata (PEC) a lui intestato. 
    La registrazione, la compilazione e l'invio on-line della domanda
devono essere completati entro le ore 16,00 del 1° ottobre 2022. Tale
termine   e'   perentorio   e   sono   accettate   esclusivamente   e
indifferibilmente  le  domande  inviate  prima  dello  spirare  dello
stesso. Qualora la  scadenza  coincida  con  un  giorno  festivo,  il
termine e' prorogato alle ore 16  (ora  italiana)  del  primo  giorno
seguente non festivo. 
    La data di presentazione on-line della domanda di  partecipazione
al  concorso  e'  certificata  e  comprovata  da  apposita   ricevuta
scaricabile, al termine della procedura di invio,  dal  Portale  inPA
che, allo scadere del suddetto termine ultimo  per  la  presentazione
della domanda, non permette piu', improrogabilmente,  l'accesso  alla
procedura di candidatura e l'invio della domanda di partecipazione. 
    Ai fini della partecipazione al concorso, in caso di  piu'  invii
della domanda di partecipazione, si  terra'  conto  unicamente  della
domanda  di  partecipazione  inviata  cronologicamente  per   ultima,
intendendosi le precedenti integralmente e definitivamente revocate e
private d'effetto. 
    Nella domanda il candidato  deve  dichiarare,  sotto  la  propria
responsabilita' e ai sensi degli articoli 46 e  47  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,  n.  445  e  successive
modificazioni: 
      a) cognome e nome, luogo, data di nascita e codice fiscale; 
      b) di essere cittadino/a italiano/a;  ai  candidati  sprovvisti
del codice  fiscale,  il  servizio  di  assistenza  tecnica,  di  cui
all'indirizzo internet http://riqualificazione.formez.it provvedera',
su  richiesta,  a  fornire  un  codice  alfanumerico  necessario   al
completamento della procedura telematica; 
      c) la posizione rivestita ai sensi dell'art.  2,  primo  comma,
lettera c); 
      d) il luogo di residenza (indirizzo, comune, provincia e codice
di avviamento postale); 
      e) il titolo  di  studio  posseduto  tra  quelli  previsti  per
l'ammissione al concorso dal presente bando, con l'esatta indicazione
dell'Universita' che lo ha rilasciato e della data  di  conseguimento
dello stesso, nonche' gli estremi del provvedimento di riconoscimento
di equipollenza con uno dei titoli di studio  richiesti,  qualora  il
titolo di studio sia stato conseguito all'estero; 
      f) la scelta del profilo per il quale  intende  concorrere  tra
quelli indicati nell'art. 1; 
      g) esclusivamente per i candidati alla procedura per  l'accesso
al profilo di dirigente  tecnico  (MD/DT),  di  essere  in  possesso,
altresi', del titolo di abilitazione all'esercizio della professione; 
      h) l'idoneita' fisica all'impiego e di essere a conoscenza  che
l'amministrazione ha la facolta' di sottoporre  a  visita  medica  di
controllo i vincitori di concorso, in base alla normativa vigente; 
      i)  le  eventuali  condanne  penali  riportate  o  sentenze  di
applicazione della pena su richiesta, in Italia o all'estero ovvero i
procedimenti penali pendenti; tale  dichiarazione  deve  essere  resa
anche se negativa; 
      j) di non essere stato escluso dall'elettorato politico attivo,
di non essere stato interdetto dai pubblici  uffici,  di  non  essere
stato  destituito  o  dispensato  dall'impiego  presso  una  pubblica
amministrazione per persistente insufficiente rendimento, nonche'  di
non essere stato licenziato da altro impiego statale, ai sensi  della
vigente  normativa  contrattuale,  per  aver   conseguito   l'impiego
mediante la presentazione di documenti falsi e, comunque,  con  mezzi
fraudolenti; 
      l) il possesso di eventuali titoli  di  preferenza  tra  quelli
previsti dall'art. 5 del decreto del Presidente  della  Repubblica  9
maggio 1994, n. 487; tali titoli devono essere posseduti alla data di
scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda;  i
titoli non espressamente dichiarati nella domanda  di  partecipazione
al concorso non saranno presi in considerazione in sede di formazione
della graduatoria dei vincitori; 
      m) se e' organicamente  appartenente  al  ruolo  del  Ministero
della difesa cosi' da potersi valere della  riserva  di  posti,  come
indicato dall'art. 1, comma 2, del presente bando; 
      n) di essere disponibile, in caso di nomina, a  raggiungere  la
sede di servizio, ovunque dislocata, corrispondente al primo incarico
dirigenziale conferito; 
      o) l'indirizzo, comprensivo di codice di avviamento postale, di
numero telefonico, del recapito di posta elettronica certificata  e/o
di posta elettronica,  presso  cui  chiede  che  siano  trasmesse  le
comunicazioni relative alle prove concorsuali, con l'impegno  di  far
conoscere tempestivamente le eventuali successive variazioni; 
      p) di  essere  a  conoscenza  delle  sanzioni  penali  previste
dall'art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28  dicembre
2000, n. 445, per le ipotesi di  falsita'  in  atti  e  dichiarazioni
mendaci; 
      q) di esprimere il consenso al trattamento dei  dati  personali
per le finalita' e con le modalita' di cui al decreto legislativo  30
giugno 2003, n. 196 e successive modificazioni e del regolamento (UE)
2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27  aprile  2016
(GDPR). Il trattamento riguarda anche  le  categorie  particolari  di
dati personali e i dati personali relativi a condanne penali e  reati
di cui agli articoli 9 e 10 del GDPR. 
    Per la partecipazione al concorso, il candidato dovra' versare, a
pena di esclusione, una quota di partecipazione  pari  a  euro  15,00
sulla  base  delle  indicazioni  riportate  sul  portale  «InPA».  Il
versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato entro
il termine di scadenza di cui al comma 2. Il contributo di ammissione
non e' rimborsabile. 
    Per le richieste di assistenza di tipo  informatico  legate  alla
domanda   di   partecipazione   i   candidati   devono    utilizzare,
esclusivamente e previa lettura delle eventuali FAQ, l'apposito  form
di assistenza presente  sul  Portale  «InPA».  Non  e'  garantita  la
soddisfazione entro il termine di scadenza previsto per l'invio della
domanda di partecipazione delle  richieste  inviate  nei  tre  giorni
antecedenti il medesimo termine. Le richieste pervenute in  modalita'
differenti da quelle sopra  indicate  non  possono  essere  prese  in
considerazione. 
    Ogni  comunicazione  concernente   il   concorso,   compreso   il
calendario  delle  prove  e  il   relativo   esito,   e'   effettuata
all'indirizzo  http://riqualificazione.formez.it/  Data  e  luogo  di
svolgimento  delle  prove  scritte,  nonche'   dell'eventuale   prova
preselettiva,      sono      resi      disponibili      sul      sito
http://riqualificazione.formez.it/ almeno dieci  giorni  prima  della
data stabilita per lo svolgimento della stessa. 
    I candidati con disabilita'  dovranno  specificare,  in  apposito
spazio disponibile sul format elettronico, la richiesta di ausili e/o
tempi aggiuntivi in funzione  della  propria  necessita'  che  andra'
opportunamente documentata ed esplicitata con apposita  dichiarazione
resa dalla commissione medico-legale dell'ASL  di  riferimento  o  da
equivalente struttura pubblica. La concessione  e  l'assegnazione  di
ausili  e/o  tempi  aggiuntivi  sara'  determinata  a   insindacabile
giudizio  della  commissione   esaminatrice,   sulla   scorta   della
documentazione esibita e dell'esame obiettivo di ogni specifico caso.
In ogni caso, i tempi aggiuntivi non eccederanno  il  50%  del  tempo
assegnato per la prova. Tutta  la  documentazione  di  supporto  alla
dichiarazione resa dovra' essere caricata sul Portale «InPA»  durante
la fase di inoltro candidatura  quando  richiesto,  i  file  dovranno
essere in formato PDF. Il mancato inoltro di tale documentazione  non
consentira'  a  Formez  PA  di  fornire  adeguatamente   l'assistenza
richiesta. 
    Eventuali gravi limitazioni fisiche, sopravvenute successivamente
alla data di scadenza prevista al punto  precedente,  che  potrebbero
prevedere la concessione di ausili  e/o  tempi  aggiuntivi,  dovranno
essere documentate con  certificazione  medica,  che  sara'  valutata
dalla commissione esaminatrice, la cui decisione, sulla scorta  della
documentazione  sanitaria  che  consenta  di  quantificare  il  tempo
aggiuntivo ritenuto necessario, resta insindacabile e inoppugnabile. 
    I candidati con diagnosi di disturbi specifici  di  apprendimento
(DSA)  dovranno  fare  esplicita  richiesta,   in   apposito   spazio
disponibile sul format elettronico, della misura dispensativa,  dello
strumento compensativo e/o dei tempi aggiuntivi necessari in funzione
della propria esigenza che dovra' essere  opportunamente  documentata
ed esplicitata con  apposita  dichiarazione  resa  dalla  commissione
medico-legale dell'ASL di  riferimento  o  da  equivalente  struttura
pubblica. L'adozione delle  richiamate  misure  sara'  determinata  a
insindacabile giudizio della commissione esaminatrice,  sulla  scorta
della documentazione esibita e comunque nell'ambito  delle  modalita'
individuate dal decreto ministeriale 8 novembre 2021. In ogni caso, i
tempi aggiuntivi non eccederanno il 50% del tempo  assegnato  per  la
prova. Tutta la documentazione di supporto  alla  dichiarazione  resa
dovra' essere caricata sul portale «InPA» durante la fase di  inoltro
candidatura quando richiesto, i file dovranno essere in formato  PDF.
Il mancato inoltro di tale documentazione non consentira' a Formez PA
di fornire adeguatamente l'assistenza richiesta. 
    Il candidato, ove riconosciuto  persona  affetta  da  invalidita'
uguale o superiore all'80%,  non  e'  tenuto  a  sostenere  la  prova
preselettiva ed e' ammesso alle  prove  scritte,  previo  inserimento
della dichiarazione del proprio  stato  di  invalidita'  in  apposito
spazio   disponibile   sul   format   elettronico,   nonche'   previa
presentazione della documentazione comprovante la patologia da cui e'
affetto ed il  grado  di  invalidita'.  Detta  documentazione  dovra'
essere presentata con le stesse modalita' e gli stessi termini di cui
ai periodi precedenti. 
    E' fatto comunque salvo il requisito dell'idoneita' fisica di cui
all'art. 2, lettera d). 
    Il Ministero della difesa effettua  controlli  sulla  veridicita'
delle  dichiarazioni  rese  dai  candidati  utilmente  collocati   in
graduatoria. Qualora il controllo accerti la falsita'  del  contenuto
delle dichiarazioni, il  candidato  sara'  escluso  dalla  selezione,
ferme restando le sanzioni penali previste dall'art. 76  del  decreto
del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. La  mancata
esclusione da ognuna delle fasi della procedura di  reclutamento  non
costituisce, in ogni  caso,  garanzia  della  regolarita',  ne'  sana
l'irregolarita' della domanda di partecipazione al concorso. 
    Formez PA e l'amministrazione interessata non  sono  responsabili
in  caso  di  smarrimento  o  di  mancato  recapito   delle   proprie
comunicazioni inviate al candidato  quando  cio'  sia  dipendente  da
dichiarazioni inesatte o  incomplete  rese  dal  candidato  circa  il
proprio recapito, oppure  da  mancata  o  tardiva  comunicazione  del
cambiamento del predetto recapito rispetto a  quello  indicato  nella
domanda, nonche' da eventuali disguidi imputabili a fatto di terzo, a
caso fortuito o forza maggiore. 
    Non  sono  valide  le  domande  di  partecipazione  al   concorso
incomplete,  irregolari   ovvero   presentate   con   modalita'   e/o
tempistiche diverse da quelle  previste  dal  presente  bando  e,  in
particolare,  quelle  per  le  quali  non  sia  stata  effettuata  la
procedura di compilazione e  invio  on-  line  ed  il  pagamento  del
contributo di segreteria. 
    Nel caso in cui le prove d'esame siano precedute dalla  prova  di
preselezione, di cui al successivo art. 7, l'amministrazione verifica
la validita' delle domande solo dopo lo svolgimento della medesima  e
limitatamente  ai  candidati  che  la  hanno  superato.  La   mancata
esclusione dalla prova di preselezione ovvero dalle prove scritte non
costituisce   garanzia   della   regolarita'   della    domanda    di
partecipazione al concorso, ne' sana le irregolarita'  della  domanda
stessa. L'amministrazione non e' responsabile del mancato ricevimento
da parte del candidato delle comunicazioni  relative  alla  procedura
concorsuale in caso di inesatte o incomplete dichiarazioni  da  parte
del candidato circa il proprio recapito ovvero di mancata  o  tardiva
comunicazione del cambiamento di recapito rispetto a quello  indicato
nella domanda, nonche'  in  caso  di  eventuali  disguidi  postali  o
informatici comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a
forza maggiore.

Altre Informazioni Utili

→ Vuoi di più? Iscriviti al Canale Telegram di Posizioni Aperte!

Non devi avere le Skills di un'Astronauta per trovare lavoro: Iscriviti alla Newsletter e al nostro Canale Telegram per essere informato sulle Offerte di Lavoro e i Concorsi Pubblici. #YEAH

ASST-di-Bergamo-EST-concorsi

ASST di Bergamo: Concorso per 1 Perito Meccanico

L'Azienda Socio Sanitaria Territoriale "Papa Giovanni XXIII" di Bergamo ha indetto un Concorso Pubblico per la ricerca di 1 Figura Professionale come Assistente Tecnico...