HomeConcorsi PubbliciConcorsi DifesaGuardia di Finanza: Concorso per 1.410 Allievi Finanzieri

Guardia di Finanza: Concorso per 1.410 Allievi Finanzieri

Guardia di Finanza - concorso per 1410 allievi finanzieri

Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha indetto un Concorso Pubblico per la ricerca di 1.410 Figure Professionali come Allievi Finanzieri, Anno 2022. Si comunica che di questi 1.410 Posti 861 sono riservati ai Volontari delle Forze Armate.

Bando di Concorso

    1. E' indetto, per l'anno 2022, un pubblico concorso, per  titoli
ed esami,  per  il  reclutamento  di  millequattrocentodieci  allievi
finanzieri così ripartiti: 
      a) millecentosettanta del contingente ordinario di cui: 
        (1) seicentonovantatre'  riservati  ai  volontari  in   ferma
prefissata delle Forze armate; 
        (2) quattrocentosettantasette destinati agli altri  cittadini
italiani secondo la seguente suddivisione: 
          (a)  centottanta  da   avviare   al   conseguimento   della
specializzazione «Anti terrorismo e pronto impiego (A.T.P.I.)»; 
          (b) duecentonovantasette non specializzati; 
      b) duecentoquaranta del contingente di mare di cui: 
          (1)  centosessantotto  riservati  ai  volontari  in   ferma
prefissata delle Forze armate ripartiti come segue: 
          (a)  cinquantasei  da  avviare   al   conseguimento   della
specializzazione «Nocchiere»; 
          (b)  ottantaquattro  da  avviare  al  conseguimento   della
specializzazione «Motorista navale»; 
          (c)   ventotto   da   avviare   al   conseguimento    della
specializzazione «Operatore di sistema»; 
          (2) settantadue destinati  agli  altri  cittadini  italiani
ripartiti come segue: 
          (a)  ventiquattro  da  avviare   al   conseguimento   della
specializzazione «Nocchiere»; 
          (b)   trentasei   da   avviare   al   conseguimento   della
specializzazione «Motorista navale»; 
          (c)   dodici   da   avviare    al    conseguimento    della
specializzazione «Operatore di sistema». 
    2.  Ai  cittadini  italiani   in   possesso   dell'attestato   di
bilinguismo di cui  all'art.  4  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e degli ulteriori requisiti di  cui
al successivo art. 2, commi 1 e 2, lettera b), sono riservati: 
      a) due posti di quelli di cui al comma  1,  lettera  a),  punto
(2)(a); 
      b) diciassette posti di quelli di cui al comma 1,  lettera  a),
punto (2)(b). 
    3. E' consentita la partecipazione al concorso per uno  solo  dei
contingenti/specializzazioni e delle categorie di  posti  di  cui  ai
precedenti commi 1 e 2. 
    4. Lo svolgimento del concorso comprende: 
      a)  prova  scritta   di   preselezione,   consistente   in   un
questionario a risposta multipla di cultura generale; 
      b) prove di efficienza fisica; 
      c) accertamento dell'idoneità psico-fisica; 
      d) accertamento dell'idoneità attitudinale; 
      e) accertamento dell'idoneità al servizio «Anti  terrorismo  e
pronto impiego (A.T.P.I.)», solo per i candidati che concorrono per i
relativi posti; 
      f) valutazione dei titoli. 
    5.  La  durata  del  corso  di  formazione   é   stabilita   con
determinazione del Comandante generale della guardia di finanza. 
    6. Il Corpo della guardia di finanza si riserva,  in  ragione  di
esigenze attualmente non valutabili né prevedibili  la  facoltà  di
revocare il presente bando, di sospendere, rinviare e  modificare  le
prove concorsuali, di rimodulare,  fino  alla  data  di  approvazione
delle  graduatorie  finali  di  merito,  il  numero  dei  posti,   di
sospendere l'ammissione al corso di formazione  dei  vincitori  anche
sulla base del  numero  di  assunzioni  complessivamente  autorizzate
dall'Autorità di Governo. 

Requisiti ed Invio della Domanda

    1. Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che: 
      a)  abbiano,  alla  data  di  scadenza  del  termine   per   la
presentazione della domanda di partecipazione compiuto il 18° anno  e
non abbiano superato il giorno di compimento del: 
        (1) 26° anno di età se concorrenti per i posti riservati  ai
volontari delle Forze armate; 
        (2) 24° anno di età se concorrenti  per  i  posti  destinati
agli altri cittadini italiani. 
        Il limite anagrafico massimo così fissato é elevato  di  un
periodo pari all'effettivo servizio militare  prestato  e,  comunque,
non superiore a tre anni per coloro che, alla data del 6 luglio 2017,
svolgevano o avevano svolto servizio militare volontario, di  leva  o
di leva prolungato; 
      b) godano dei diritti civili e politici; 
      c) siano in possesso, alla data di scadenza del termine per  la
presentazione  della  domanda  di  partecipazione,  del  diploma   di
istruzione secondaria di secondo grado che consenta  l'iscrizione  ai
corsi per il conseguimento della laurea. 
      Ai volontari delle Forze armate in servizio al 31 dicembre 2020
ovvero congedati entro tale data é richiesto, se  concorrono  per  i
posti a loro riservati, il diploma di istruzione secondaria di  primo
grado; 
      d) non siano  stati  ammessi  a  prestare  il  servizio  civile
nazionale quali obiettori di coscienza ovvero  abbiano  rinunciato  a
tale status, ai sensi dell'art. 636, comma 3, del decreto legislativo
15 marzo 2010, n. 66; 
      e) alla data dell'effettivo incorporamento, non siano imputati,
non siano stati condannati né abbiano ottenuto l'applicazione  della
pena ai sensi dell'art. 444 codice di procedura  penale  per  delitti
non  colposi,  né  siano  o  siano  stati  sottoposti  a  misure  di
prevenzione; 
      f) non si trovino, alla data dell'effettivo incorporamento,  in
situazioni   comunque   incompatibili   con   l'acquisizione   o   la
conservazione dello stato giuridico di finanziere; 
      g) siano in possesso dei requisiti di  cui  all'art.  26  della
legge 1° febbraio 1989, n. 53. A tal fine, il Corpo della guardia  di
finanza accerta, d'ufficio, l'irreprensibilità del comportamento del
candidato in rapporto alle funzioni proprie del grado  da  rivestire.
Sono causa di esclusione  dall'arruolamento  anche  l'esito  positivo
agli  accertamenti  diagnostici,  la  guida  in  stato  di   ebbrezza
costituente reato, l'uso o la detenzione di sostanze  stupefacenti  o
psicotrope a scopo non terapeutico, anche se saltuari, occasionali  o
risalenti; 
      h) non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti
dall'impiego presso  una  pubblica  amministrazione,  licenziati  dal
lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni a  seguito  di
procedimento disciplinare ovvero prosciolti, d'autorità o d'ufficio,
da precedente  arruolamento  nelle  Forze  armate  o  di  polizia,  a
eccezione, per il  contingente  ordinario,  dei  proscioglimenti  per
inattitudine al volo o alla vita di bordo e, per  il  contingente  di
mare, dei proscioglimenti per inattitudine al volo; 
      i) non siano stati  dimessi,  per  motivi  disciplinari  o  per
inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole o  istituti  di
formazione delle Forze armate o di polizia. 
    2. Fermo restando il possesso dei requisiti di cui  al  comma  1,
possono partecipare alle riserve di posti di cui all'art. 1: 
      a) comma 1, lettera a), numero (1) e lettera b), numero (1),  i
volontari in ferma prefissata delle Forze armate: 
        (1) di un anno (c.d. «VFP1») che, alla data di  scadenza  del
termine di presentazione della domanda di  partecipazione,  siano  in
servizio da  almeno  sette  mesi  continuativi  ovvero  collocati  in
congedo al termine della ferma annuale, nonché  quelli  in  rafferma
annuale (c.d. «VFP1T») in servizio; 
        (2) quadriennale (c.d. «VFP4») in servizio o in congedo  alla
medesima data di cui al precedente punto (1), esclusi coloro  che  si
trovino  in  rafferma  biennale.  L'eventuale  sopravvenuta  rafferma
biennale con decorrenza giuridica antecedente alla data  di  scadenza
del termine per la presentazione della domanda di  partecipazione  al
concorso non comporta la perdita del presente requisito; 
      b) comma 2, coloro che siano in possesso dell'attestato di  cui
all'art. 4 del decreto del  Presidente  della  Repubblica  26  luglio
1976, n. 752, riferito al diploma di istruzione secondaria di secondo
grado (livello "B2") o superiore. 
    3. I requisiti di cui ai commi  1  e/o  2,  se  non  diversamente
indicato, devono essere posseduti alla data di scadenza  del  termine
per la presentazione della relativa domanda di partecipazione e  alla
data di effettivo incorporamento, pena l'esclusione dal concorso. 
    4. Non si applicano gli aumenti dei limiti di età  previsti  per
l'ammissione ai pubblici concorsi. 
    5.  Nelle  more  della  verifica  del  possesso  dei   prescritti
requisiti i  concorrenti  le  cui  istanze  di  partecipazione  siano
considerate validamente presentate sono  ammessi,  con  riserva,  sia
alla procedura concorsuale sia, se giudicati idonei e  vincitori,  al
corso di formazione. Tale riserva é sciolta con provvedimento  della
sottocommissione per l'accertamento dei requisiti di cui all'art.  7,
comma 1, lettera a). 
    6.  Qualora,  anche  successivamente  allo   scioglimento   della
predetta riserva, dovesse essere rilevata  l'assenza  di  taluno  dei
previsti requisiti alle date di cui ai commi precedenti, il candidato
é escluso dal concorso, con conseguente cessazione  della  frequenza
del corso di formazione,  perdita  del  grado  se  già  acquisito  e
proscioglimento. 
    1. La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata
esclusivamente  mediante  la  procedura  telematica  disponibile  sul
portale attivo all'indirizzo «https://concorsi.gdf.gov.it»,  seguendo
le istruzioni del sistema  automatizzato,  entro  le  ore  12,00  del
trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del  presente
bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana -  4ª  Serie
speciale «Concorsi ed esami». 
    2. Ai fini della presentazione della domanda di partecipazione al
concorso, i concorrenti devono munirsi di uno dei seguenti  strumenti
di autenticazione: 
      a) Sistema pubblico di identità digitale (SPID). Le istruzioni
per il rilascio delle credenziali  SPID  sono  disponibili  sul  sito
ufficiale dell'Agenzia per  l'Italia  digitale  (AgID)  all'indirizzo
www.spid.gov.it; 
      b) Sistema di identificazione  digitale  «Entra  con  CIE»  con
l'impiego della carta di identità elettronica (CIE)  rilasciata  dal
Comune di residenza.  Le  modalità  con  le  quali  i  candidati  in
possesso di una CIE possono autenticarsi ai servizi on-line abilitati
sono disponibili sul sito www.cartaidentita.interno.gov.it. 
    Ultimata  la  registrazione  al  portale,  i  candidati   possono
compilare il form della domanda  di  partecipazione  -  raggiungibile
tramite la propria area riservata - e  concluderne  la  presentazione
seguendo la relativa procedura automatizzata. 
    3. I candidati, ove richiesto in sede di svolgimento di  ciascuna
prova  concorsuale,  dovranno  fornire   il   numero   identificativo
dell'istanza  («ID  istanza»)  rinvenibile  attraverso  la   funzione
«visualizza  istanza»  presente  nella  propria  area  riservata  del
portale nonché comunicato sulla propria casella di posta elettronica
certificata o esibire - in formato digitale o cartaceo - il  relativo
QR-code disponibile sull'APP Mobile «GdF Concorsi» e sull'istanza. 
    4. In  caso  di  problematiche  di  natura  tecnica  del  sistema
informatico,   verificatasi   nell'ultimo   giorno   utile   per   la
presentazione   della   domanda   di   partecipazione   e   accertate
dall'Amministrazione,  é  considerata  comunque   valida   l'istanza
presentata dal candidato utilizzando il modello riportato in allegato
1, corredato per esteso dalla  propria  firma  autografa  e  inviato,
unitamente alla  scansione  fronte/retro  del  proprio  documento  di
riconoscimento  in  corso  di  validità,  all'indirizzo   di   posta
elettronica certificata concorsoAF2022@pec.gdf.it entro le ore  14,00
del trentesimo giorno  successivo  alla  data  di  pubblicazione  del
presente bando nella Gazzetta Ufficiale della  Repubblica  italiana -
4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». 
    5. Le domande di partecipazione  presentate  tramite  il  portale
attivo  all'indirizzo  «https://concorsi.gdf.gov.it»  o  secondo   le
modalità di cui al comma 4, possono essere modificate esclusivamente
entro i termini di cui ai commi 1 o 4. 
    6. Successivamente al termine di cui ai commi 1  o  4,  eventuali
variazioni di residenza, recapito telefonico  o  indirizzo  di  posta
elettronica  certificata  (PEC),  dovranno   essere   apportate   dal
candidato accedendo alla propria  area  riservata -  sezione  Profilo
Utente del portale attivo all'indirizzo https://concorsi.gdf.gov.it.. 

Approfondimenti

→ Vuoi di più? Iscriviti al Canale Telegram di Posizioni Aperte! Ogni giorno dalle ore 8 sarai informato sui nuovi Concorsi Pubblici, appena emessi. #DAJE

Non devi avere le Skills di un'Astronauta per trovare lavoro: Iscriviti al nostro Canale Telegram per essere informato sulle Offerte di Lavoro e i Concorsi Pubblici. #YEAH

NEWS LAVORO

Fascicolo-Previdenziale-del-Cittadino

Fascicolo Previdenziale del Cittadino

Il Fascicolo Previdenziale del Cittadino è uno strumento importante che permette di accedere a informazioni sulle proprie prestazioni previdenziali, pensionistiche e assistenziali. Il fascicolo...