HomeConcorsi PubbliciMinistero della Difesa: Concorso per 60 VFP4 dell'Esercito

Ministero della Difesa: Concorso per 60 VFP4 dell’Esercito

concorsi-ministero-della-difesa

Il Ministero della Difesa ha indetto un Concorso Pubblico per la ricerca di 60 Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale VFP4 nelle Forze Speciali dell’Esercito, per il 2022.

Bando di Concorso

    1. E' indetto, per il 2022, un concorso straordinario, per titoli
ed esami, per il reclutamento di sessanta VFP 4 nelle Forze  speciali
dell'Esercito, riservato ai volontari in ferma prefissata di un  anno
(VFP 1) dell'Esercito in servizio, anche in rafferma  annuale,  o  in
congedo per fine ferma, in  possesso  della  qualifica  di  operatore
basico per le operazioni speciali (OBOS) e dei requisiti  di  cui  al
successivo art. 2. 
    2. Il 10% dei posti è riservato alle seguenti categorie previste
dall'art. 702 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66: diplomati
presso  le  Scuole  militari;  assistiti  dell'Opera   nazionale   di
assistenza per gli orfani dei  militari  di  carriera  dell'Esercito;
assistiti dell'Istituto Andrea Doria, per l'assistenza dei  familiari
e  degli  orfani  del  personale  della  Marina  militare;  assistiti
dell'Opera  nazionale  figli  degli  Aviatori;  assistiti  dell'Opera
nazionale di assistenza per gli orfani  dei  militari  dell'Arma  dei
carabinieri; figli di militari  deceduti  in  servizio.  In  caso  di
mancanza, anche  parziale,  di  candidati  idonei  appartenenti  alle
suindicate  categorie  di  riservatari,  i  relativi  posti   saranno
devoluti  agli  altri  concorrenti  idonei,  secondo  l'ordine  della
relativa graduatoria di merito. 
    3. Per VFP 1 in  servizio  si  intendono  i  volontari  in  ferma
prefissata  di  un  anno  (anche  in  rafferma  annuale),   ancorché
precedentemente congedati da altra ferma prefissata di  un  anno,  in
servizio alla data di scadenza del  termine  di  presentazione  della
domanda di partecipazione al concorso. Ai fini del presente bando non
e' considerato militare in servizio il concorrente che, alla medesima
data, presti servizio nelle Forze di completamento. 
    4. Per VFP 1  in  congedo  si  intendono  i  volontari  in  ferma
prefissata di un anno (anche in  rafferma  annuale)  che  sono  stati
posti in congedo e che in tale posizione  si  trovano  alla  data  di
scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione
al concorso. L'eventualità che il concorrente, alla  predetta  data,
si trovi nella posizione di richiamo nelle Forze di completamento non
rileva ai fini della modifica della suddetta posizione di congedo. 
    5. Resta impregiudicata per  l'Amministrazione  della  difesa  la
facoltà, esercitabile in qualunque momento, di revocare il  presente
bando  di  concorso,  variare  il  numero  dei   posti,   modificare,
annullare, sospendere  o  rinviare  lo  svolgimento  delle  attività
previste dal presente bando, in ragione di esigenze  attualmente  non
valutabili né  prevedibili,  ovvero  in  applicazione  di  leggi  di
bilancio dello Stato o finanziarie o di disposizioni di  contenimento
della spesa pubblica. In tal caso, se  necessario,  l'Amministrazione
della difesa ne darà immediata comunicazione nel sito  internet  del
Ministero della difesa (www.difesa.it  e  sul  portale  dei  concorsi
on-line     del     Ministero     della     difesa     all'indirizzo:
https://concorsi.difesa.it), che avrà valore di notifica a tutti gli
effetti per gli interessati. In ogni caso la  stessa  Amministrazione
provvederà a formalizzare la citata  comunicazione  mediante  avviso
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª
Serie speciale «Concorsi ed esami». 
    6. Nel caso in cui  l'Amministrazione  eserciti  la  potestà  di
auto-organizzazione prevista dal comma precedente, non  sarà  dovuto
alcun rimborso pecuniario ai candidati circa  eventuali  spese  dagli
stessi sostenute per la partecipazione alle selezioni concorsuali. 

Requisiti ed Invio della Domanda

    1. Possono partecipare al concorso i candidati appartenenti  alle
categorie di destinatari di cui al precedente  art.  1  che  sono  in
possesso dei seguenti requisiti: 
      a) cittadinanza italiana; 
      b) godimento dei diritti civili e politici; 
      c) aver compiuto il  diciottesimo  anno  di  età  e  non  aver
superato il giorno del compimento del trentesimo anno di età; 
      d) possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado
(ex scuola media inferiore); 
      e)  non  essere  stati  destituiti,  dispensati  o   dichiarati
decaduti dall'impiego in una Pubblica amministrazione, licenziati dal
lavoro alle dipendenze di  Pubbliche  Amministrazioni  a  seguito  di
procedimento   disciplinare,   ovvero   prosciolti,   d'autorità   o
d'ufficio,  da  precedente  arruolamento  nelle  Forze  armate  o  di
Polizia, a esclusione dei proscioglimenti a domanda e per inidoneità
psico-fisica e quelli disposti  ai  sensi  dell'art.  957,  comma  1,
lettere b) ed e-bis) del Codice dell'ordinamento militare; 
      f) non essere stati condannati per delitti non  colposi,  anche
con  sentenza  di  applicazione  della  pena  su  richiesta,  a  pena
condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna; 
      g) non essere in  atto  imputati  in  procedimenti  penali  per
delitti non colposi; 
      h) non avere in atto un  procedimento  disciplinare  avviato  a
seguito di un procedimento penale per delitto non colposo che non  si
sia concluso con sentenza  irrevocabile  di  assoluzione  perche'  il
fatto non sussiste ovvero perché  l'imputato  non  lo  ha  commesso,
pronunciata ai sensi dell'art. 530 del codice di procedura penale; 
      i) non essere stati sottoposti a misure di prevenzione; 
      j) aver tenuto condotta incensurabile; 
      k)  non  aver  tenuto   comportamenti   nei   confronti   delle
istituzioni  democratiche  che  non  diano  sicuro   affidamento   di
scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni  di
sicurezza dello Stato; 
      l) idoneità psico-fisica e attitudinale  per  l'impiego  nelle
Forze armate  in  qualità  di  volontario  in  servizio  permanente,
conformemente alla normativa vigente alla data di  pubblicazione  del
presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana; 
      m) esito negativo agli accertamenti diagnostici per l'abuso  di
alcool e per l'uso,  anche  saltuario  od  occasionale,  di  sostanze
stupefacenti nonché per l'utilizzo di sostanze  psicotrope  a  scopo
non terapeutico. 
    2. I candidati devono possedere, oltre ai  requisiti  di  cui  al
precedente comma 1, anche la qualifica di  Operatore  basico  per  le
operazioni  speciali   (OBOS)   dell'Esercito,   e,   successivamente
all'ottenimento  di  tale  qualifica,   non   devono   essere   stati
esclusi/allontanati dai successivi  Iter  Forze  speciali,  ai  sensi
della direttiva 7020 Iter selettivo e  formativo  per  gli  operatori
delle Forze speciali dell'esercito, ed. 2021, per i seguenti motivi: 
      dimissioni d'autorità per: 
        incompatibilità   all'impiego   nel   comparto    Operazioni
speciali; 
        per gravi motivi disciplinari; 
        per sopravvenuta non idoneità fisica permanente  all'impiego
nel Comparto operazioni speciali; 
      rinuncia volontaria per volontà contraria a proseguire l'iter. 
    3. Tutti i requisiti sopra indicati devono essere posseduti  alla
data di  scadenza  del  termine  di  presentazione  delle  domande  e
mantenuti, fatta eccezione per quello dell'età, fino  alla  data  di
effettiva ammissione alla ferma prefissata quadriennale con il  grado
di caporale. 
    4. I concorrenti che  risulteranno,  a  seguito  di  accertamenti
anche successivi, in difetto di uno o più dei requisiti previsti dal
presente  articolo  e/o  che  non  appartengono  alle  categorie   di
destinatari di cui al precedente art. 1, saranno esclusi dal concorso
ovvero,  se  dichiarati  vincitori,  decadranno  dalla   nomina   con
provvedimento adottato dalla DGPM. Pertanto, i  concorrenti  che  non
avranno  ricevuto  comunicazione  di  esclusione  dovranno  ritenersi
ammessi con riserva alle fasi successive del concorso.
    1. Le procedure relative al concorso di cui al precedente art. 1,
comma 2, lettere a), b) e c) vengono gestite tramite il  portale  dei
concorsi on-line del Ministero della difesa (da ora in  poi  indicato
come  «portale»),   raggiungibile   attraverso   il   sito   internet
www.difesa.it,   area   «concorsi   on-line»   ovvero    collegandosi
direttamente al sito «https://concorsi.difesa.it». 
    2. Attraverso detto portale i concorrenti potranno presentare  la
domanda di partecipazione e ricevere, con  le  modalità  di  cui  al
successivo art. 5, le comunicazioni che perverranno dalla DGPM. 
    3. Per usufruire  dei  servizi  offerti  dal  portale,  ai  sensi
dell'art. 24 del decreto-legge n.  76/2020,  i  concorrenti  dovranno
essere in  possesso  di  credenziali  rilasciate  da  un  gestore  di
identità digitale nell'ambito  del  Sistema  pubblico  di  identità
digitale (SPID), Carta d'identità elettronica (CIE), Carta nazionale
dei  servizi  (CNS),  ovvero  di  apposite  chiavi  di  accesso  già
rilasciate dal  portale  dei  concorsi  al  termine  della  procedura
guidata di accesso. 
    4. La  progressiva  conclusione  degli  adeguamenti  sistemistici
necessari garantirà la  disponibilità  di  tutte  le  modalità  di
accesso sopraindicate. 

Approfondimenti

→ Vuoi di più? Iscriviti al Canale Telegram di Posizioni Aperte!

Non devi avere le Skills di un'Astronauta per trovare lavoro: Iscriviti alla Newsletter e al nostro Canale Telegram per essere informato sulle Offerte di Lavoro e i Concorsi Pubblici. #YEAH

concorsi pubblici

Comune di Montepulciano: Concorso per 1 Addetto Stampa

Il Comune di Montepulciano ha indetto un Concorso Pubblico per la ricerca di 1 Figura Professionale come Specialista Amministrativo Contabile, Addetto Stampa per l'area...