HomeConcorsi PubbliciConcorsi DifesaMinistero della Difesa: Concorso per 94 Allievi Ufficiali dell'Esercito

Ministero della Difesa: Concorso per 94 Allievi Ufficiali dell’Esercito

Ministero della Difesa - concorso per 94 Allievi Ufficiali dell'Esercito

Il Ministero della Difesa ha indetto un Concorso Pubblico per la ricerca di 94 Figure come Allievi al 12° corso Allievi Ufficiali dell’Esercito in ferma prefissata A.U.F.P. per il conseguimento della nomina a Tenente in ferma prefissata, ausiliario del ruolo normale del Corpo degli Ingegneri, del Corpo di Commissariato e del Corpo Sanitario dell’Esercito.

Continua a seguire i Concorsi di Posizioni aperte.com per non perdere nessun Bando dell’Esercito Italiano.

Bando di Concorso

    1. E' indetto un concorso, per titoli ed esami, per  l'ammissione
di 94 (novantaquattro) allievi al  12°  corso  Allievi  ufficiali  in
ferma prefissata (A.U.F.P.) dell'Esercito per il conseguimento  della
nomina a Tenente in ferma prefissata, ausiliario  del  ruolo  normale
del Corpo degli ingegneri, del Corpo di  commissariato  e  del  Corpo
sanitario così ripartiti: 
      per il Corpo degli ingegneri: n. 55 (cinquantacinque) posti  di
cui: 
        a) n. 3 (tre) posti per laureati in Ingegneria aerospaziale e
astronautica (LM 20) ovvero Ingegneria aeronautica (LM 20); 
        b)  n.  3  (tre)  posti  per  laureati  in  Ingegneria  delle
telecomunicazioni (LM 27); 
        c) n. 2 (due) posto per laureati in Ingegneria elettrica  (LM
28); 
        d) n. 5 (cinque) posti per laureati in Ingegneria elettronica
(LM-29); 
        e) n. 4 (quattro) posti per laureati in Informatica (LM  18),
Ingegneria informatica (LM 32) ovvero in  Sicurezza  informatica  (LM
66); 
        f) n. 5 (cinque) posti per laureati in  Ingegneria  meccanica
(LM 33); 
        g) n. 25  (venticinque)  posti  per  laureati  in  Ingegneria
civile  (LM  23),  Ingegneria  dei  sistemi  edilizi  (LM  24)  e  in
Architettura e ingegneria edile-architettura (LM 4), con abilitazione
all'esercizio della professione; 
        h) n. 2 (due) posti per laureati in Ingegneria per l'ambiente
e il territorio (LM 35); 
        i) n. 4 (quattro) posti per laureati in Scienze chimiche  (LM
54); 
        j) n. 2 (due) posto per  laureati  in  Scienze  e  tecnologie
geologiche (LM 74); 
      per il Corpo di commissariato: n. 13 (tredici) posti di cui: 
        k)  n.  10  (dieci)  posti  per  laureati  in  Giurisprudenza
(LGM/01); 
        l) n. 3 (tre) posti per laureati in Scienze dell'economia (LM
56) ovvero Scienze economico aziendali (LM 77); 
      per il Corpo Sanitario: n. 26 (ventisei) posti di cui: 
        m) n. 20 (venti) posti per laureati in Medicina  e  chirurgia
(LM 41), con abilitazione all'esercizio della professione; 
        n) n. 3 (tre) posti per laureati in Medicina veterinaria  (LM
42), con abilitazione all'esercizio della professione; 
        o) n. 3 (tre) posti  per  laureati  in  Farmacia  e  farmacia
industriale (LM 13). 
    2. Il numero dei posti disponibili di cui al precedente  comma  1
del presente articolo e la loro ripartizione per tipologia/gruppo  di
lauree magistrali  potranno  subire  modifiche,  fino  alla  data  di
approvazione della relativa graduatoria  finale  di  merito,  qualora
fosse necessario soddisfare esigenze della Forza armata connesse alla
consistenza dei ruoli degli Ufficiali in ferma prefissata. 
    3.  Resta  impregiudicata  per  l'Amministrazione  la   facoltà,
esercitabile in qualunque momento, di revocare il presente  bando  di
concorso,  variare  il  numero  dei  posti,  modificare,   annullare,
sospendere o rinviare lo svolgimento  delle  attività  previste  dal
concorso o l'incorporamento dei vincitori, prorogare  il  termine  di
presentazione delle domande del concorso (ferma restando la  prevista
data relativa al possesso  dei  requisiti,  titoli  di  merito  e  di
preferenza), in ragione di esigenze attualmente  non  valutabili  né
prevedibili, ovvero in applicazione di leggi di bilancio dello  Stato
o finanziarie o di disposizioni di contenimento della spesa pubblica.
In tal caso, ove necessario, l'Amministrazione della difesa ne  darà
immediata  comunicazione  nel  portale  dei  concorsi   on-line   del
Ministero della difesa che avrà  valore  di  notifica  a  tutti  gli
effetti   e   per   tutti   gli   interessati,   nonché   nel   sito
www.difesa.it/concorsi 
    4. Nel caso in cui  l'Amministrazione  eserciti  la  potestà  di
auto-organizzazione prevista dal comma precedente, non  sarà  dovuto
alcun rimborso pecuniario ai candidati circa  eventuali  spese  dagli
stessi sostenute per la partecipazione alle selezioni concorsuali. 
    5.  L'Amministrazione  della  difesa  si  riserva   altresì   la
facoltà, nel caso di eventi avversi  di  carattere  eccezionale  che
impediscano oggettivamente a un  rilevante  numero  di  candidati  di
presentarsi nei tempi e nei giorni previsti per l'espletamento  delle
prove concorsuali, di prevedere  sessioni  di  recupero  delle  prove
stesse. In tal caso, sarà dato avviso, definendone le modalità, nel
portale dei concorsi on-line del Ministero  della  difesa  che  avrà
valore di notifica a tutti gli effetti e per tutti  gli  interessati,
nonché nel sito www.difesa.it/concorsi 

Requisiti ed Invio della Domanda

    1. Dei 55 (cinquantacinque) posti per il Corpo degli ingegneri di
cui all'art.  1,  comma  1,  11  (undici)  posti  sono  riservati  ai
concorrenti che abbiano conseguito il diploma di maturità presso  le
Scuole militari ovvero ai figli di militari deceduti in servizio, che
abbiano riportato il punteggio più alto nelle rispettive graduatorie
finali di merito, così ripartiti: 
      1 (uno) per ciascuna delle lettere a), b), d), e), f), e i); 
      5 (cinque) per la lettera g). 
    2. Dei 13 (tredici) posti per il Corpo di  commissariato  di  cui
all'art. 1, comma 1,  lettera  k),  n.  2  (due)  sono  riservati  ai
concorrenti che abbiano conseguito il diploma di maturità presso  le
Scuole militari ovvero ai figli di militari deceduti in servizio  che
abbiano riportato il punteggio più alto nelle rispettive graduatorie
finali di merito. 
    3. Dei 26 (ventisei) posti per il Corpo sanitario di cui all'art.
1, comma 1, lettera m), n. 4 (quattro) sono riservati ai  concorrenti
che abbiano conseguito il  diploma  di  maturità  presso  le  Scuole
militari ovvero ai  figli  di  militari  deceduti  in  servizio,  che
abbiano riportato il punteggio più alto nelle rispettive graduatorie
finali di merito. 
    4. I posti riservati di cui al  presente  articolo  eventualmente
non  ricoperti  per  insufficienza  di  riservatari  idonei   saranno
devoluti  agli  altri  concorrenti  idonei  secondo  l'ordine   della
rispettiva graduatoria di merito. 
    1. Possono concorrere a domanda per  l'ammissione  al  12°  corso
A.U.F.P. di cui al precedente art. 1 i cittadini che: 
      a) non hanno superato il giorno di compimento del 38°  anno  di
età alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande
di partecipazione. Eventuali aumenti  dei  limiti  di  età  previsti
dalle vigenti disposizioni di  legge  per  l'ammissione  ai  pubblici
impieghi non trovano applicazione; 
      b) sono in possesso della cittadinanza italiana; 
      c) godono dei diritti civili e politici; 
      d) non sono stati destituiti, dispensati o dichiarati  decaduti
dall'impiego presso  una  Pubblica  amministrazione,  licenziati  dal
lavoro alle dipendenze di  Pubbliche  amministrazioni  a  seguito  di
procedimento   disciplinare,   ovvero   prosciolti,   d'Autorità   o
d'ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o di Polizia
per motivi disciplinari o  di  inattitudine  alla  vita  militare,  a
esclusione dei proscioglimenti per inidoneità psico-fisica; 
      e) se concorrenti di sesso maschile, non sono stati  dichiarati
obiettori di coscienza ovvero ammessi a prestare servizio sostitutivo
civile ai sensi della legge 8 luglio 1998, n. 230, a meno che abbiano
presentato  apposita  dichiarazione  irrevocabile  di  rinuncia  allo
status di obiettore di coscienza presso l'Ufficio  nazionale  per  il
servizio civile non prima che siano decorsi almeno cinque anni  dalla
data in cui sono stati collocati in congedo, come disposto  dall'art.
636 del decreto legislativo 15  marzo  2010,  n.  66.  In  tal  caso,
l'esito della dichiarazione dovrà essere allegato  alla  domanda  di
partecipazione al concorso; 
      f) non sono stati condannati per delitti non colposi, anche con
sentenza  di  applicazione  della   pena   su   richiesta,   a   pena
condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non
sono imputati in procedimenti penali per delitti non colposi; 
      g) non sono stati sottoposti a misure di prevenzione; 
      h) hanno tenuto condotta incensurabile; 
      i)  non  hanno  tenuto  comportamenti   nei   confronti   delle
istituzioni  democratiche  che  non  diano  sicuro   affidamento   di
scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni  di
sicurezza dello Stato; 
      j) sono in possesso  di  uno  dei  seguenti  titoli  di  studio
appartenenti alle classi di laurea magistrale e/o laurea magistrale a
ciclo unico e  degli  ulteriori  requisiti  culturali  specificamente
indicati: 
        1) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera a), laurea
magistrale  in  Ingegneria   aerospaziale   e   astronautica   ovvero
Ingegneria aeronautica (LM-20); 
        2) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera b), laurea
magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni (LM-27); 
        3) per il posto di cui  all'art.  1,  comma  1,  lettera  c),
laurea magistrale in Ingegneria elettrica (LM-28); 
        4) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera d), laurea
magistrale in Ingegneria elettronica (classe LM-29); 
        5) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera e), laurea
magistrale in  Informatica  (classe  LM-18),  Ingegneria  informatica
(classe LM-32) e Sicurezza informatica (classe LM-66); 
        6) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera f), laurea
magistrale in Ingegneria meccanica (LM-33); 
        7) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera g), laurea
magistrale in Ingegneria  civile  (classe  LM-23),  Ingegneria  edile
(classe LM-24) e Architettura e ingegneria edile-architettura (classe
LM-4) con abilitazione all'esercizio della professione; 
        8) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera h), laurea
magistrale in Ingegneria  per  l'ambiente  e  il  territorio  (classe
LM-35); 
        9) per i posti di cui all'art. 1, comma 1, lettera i), laurea
magistrale in Scienze chimiche (classe LM-54); 
        10) per i posti di cui  all'art.  1,  comma  1,  lettera  j),
laurea magistrale in Scienze e tecnologie geologiche (LM-74); 
        11) per i posti di cui  all'art.  1,  comma  1,  lettera  k),
laurea magistrale in Giurisprudenza (classe LMG/01); 
        12) per i posti di cui  all'art.  1,  comma  1,  lettera  l),
laurea magistrale in  Scienze  dell'economia  (classe  LM-56)  ovvero
Scienze economico-aziendali (classe LM-77); 
        13) per i posti di cui  all'art.  1,  comma  1,  lettera  m),
laurea  magistrale  in  Medicina  e  chirurgia  (classe  LM-41)   con
abilitazione all'esercizio della professione; 
        14) per i posti di cui  all'art.  1,  comma  1,  lettera  n),
laurea  magistrale  in  Medicina  veterinaria  (classe   LM-42)   con
abilitazione all'esercizio della professione; 
        15) per i posti di cui  all'art.  1,  comma  1,  lettera  o),
laurea magistrale in Farmacia e farmacia industriale (LM-13). 
    Saranno ritenuti validi  anche  i  titoli  di  laurea  conseguiti
secondo i precedenti  ordinamenti,  in  virtu'  delle  corrispondenze
indicate dal decreto interministeriale 9 luglio 2009. 
    Per  i  titoli  di  laurea  conseguiti  all'estero,  invece,   é
richiesta la dichiarazione  di  equipollenza  ovvero  di  equivalenza
secondo la procedura prevista dall'art. 38 del decreto legislativo n.
165/2001,  la  cui  modulistica  é  disponibile  sul  sito  web  del
Dipartimento            della            funzione            pubblica
(http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/22-02-2016/
modulo-la-richiesta-dellequivalenza-del-titolo-di-studio-stranieri).
Il candidato che non sia ancora  in  possesso  del  provvedimento  di
equipollenza  o  equivalenza  dovrà  dichiarare  nella  domanda   di
partecipazione di aver presentato la relativa  richiesta,  ovvero  le
sole  lauree   magistrali   conseguite   in   territorio   nazionale,
riconosciute per legge o per decreto ministeriale equipollente ad una
di quelle prescritte per la partecipazione al concorso indetto con il
presente decreto. 
    In entrambi i casi, i concorrenti dovranno produrre  ed  allegare
alla domanda di candidatura una dichiarazione che riporti gli estremi
del provvedimento di  equipollenza  oppure  copia  del  provvedimento
stesso. Altresì, per il candidato già abilitato alla professione in
territorio      nazionale      sarà      sufficiente      presentare
un'autocertificazione di iscrizione all'Albo nazionale professionale; 
      k) non sono già in servizio quali Ufficiali ausiliari in ferma
prefissata, ovvero si trovano nella posizione  di  congedo  per  aver
completato la ferma come Ufficiali ausiliari in ferma prefissata; 
      l) se militare, non avere in atto un procedimento  disciplinare
avviato a seguito di procedimento penale che non si sia concluso  con
sentenza irrevocabile di assoluzione perché il  fatto  non  sussiste
ovvero perché l'imputato non lo ha commesso,  pronunciata  ai  sensi
dell'art. 530 del codice di procedura penale. 
    Il difetto anche di uno soltanto dei requisiti di cui al presente
articolo, determinerà l'esclusione dal concorso. 
    2. Ai fini  dell'ammissione  alla  frequenza  del  corso  Allievi
ufficiali  in  ferma  prefissata  i   concorrenti   dovranno   essere
riconosciuti in possesso dei requisiti di  idoneità  psico-fisica  e
attitudinale al servizio militare per la nomina a Ufficiale in  ferma
prefissata dell'Esercito. Detta  idoneità  sarà  accertata  con  le
modalità indicate nei successivi articoli 11, 12 e 13  del  presente
decreto. 
    3.  I  requisiti  di  cui  al  presente  articolo  devono  essere
posseduti  alla  data  di  scadenza  del   termine   utile   per   la
presentazione delle domande di partecipazione indicato nel successivo
art. 5, comma 1 e, fatta eccezione per quello  dell'età  di  cui  al
precedente comma 1, lettera a), devono  essere  mantenuti  fino  alla
nomina a Ufficiale in ferma prefissata. 

Approfondimenti

→ Vuoi di più? Iscriviti al Canale Telegram di Posizioni Aperte! Ogni giorno dalle ore 8 sarai informato sui nuovi Concorsi Pubblici, appena emessi. #DAJE

Non devi avere le Skills di un'Astronauta per trovare lavoro: Iscriviti al nostro Canale Telegram per essere informato sulle Offerte di Lavoro e i Concorsi Pubblici. #YEAH

NEWS LAVORO

Comune di Abbiategrasso - concorso per 1 agente polizia locale

Comune di Abbiategrasso: Concorso per 1 Agente Polizia Locale

Il Comune di Abbiategrasso ha indetto un Concorso Pubblico per selezionare 1 Agente di Polizia Locale, da assegnare all'Area degli Istruttori. Lo scopo della...