HomeConcorsi PubbliciMinistero dell'Agricoltura: Concorso per 7 Assistenti di Laboratorio

Ministero dell’Agricoltura: Concorso per 7 Assistenti di Laboratorio

concorsi pubblici

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha indetto un Bando di Concorso per la ricerca di 7 Figure Professionali come Assistente di Laboratorio nel ruolo del Dipartimento dell’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari.

Bando di Concorso

    E' indetto concorso pubblico, per esami, per il  reclutamento  di
un  contingente  complessivo  di sette  unità   di   personale   non
dirigenziale a tempo indeterminato da inquadrare  nell'area  seconda,
posizione economica F2 nel profilo  professionale  di  assistente  di
laboratorio presso il Dipartimento  dell'ispettorato  centrale  della
tutela  della  qualità  e  della  repressione  frodi  dei   prodotti
agroalimentari del Ministero delle politiche  agricole  alimentari  e
forestali, da assegnare ai seguenti laboratori: 
      tre posti presso il Laboratorio di Conegliano/Susegana; 
      tre posti presso il Laboratorio di Modena; 
      un posto presso il Laboratorio di Salerno. 
    Il 20 per cento dei  posti  messi  a  concorso  é  riservato  al
personale inquadrato nel ruolo dell'ispettorato centrale della tutela
della qualità e della repressione frodi dei prodotti  agroalimentari
del Ministero delle politiche agricole alimentari  e  forestali,  nei
profili professionali della prima area  funzionale  o  di  quelli  di
livello  retributivo  iniziale  della  seconda  area  funzionale,  in
possesso del titolo di studio di  cui  all'art.  2,  lettera  c)  del
bando. 
    In materia  di  riserva  dei  posti  si  applicano,  inoltre,  le
seguenti disposizioni: 
      a) ai sensi dell'art. 7, comma 2 della legge 12 marzo 1999,  n.
68, i lavoratori disabili iscritti nell'elenco  di  cui  all'art.  8,
comma 2 della medesima legge, hanno diritto alla riserva  nei  limiti
della complessiva quota d'obbligo; 
      b) ai sensi dell'art. 18, comma 2 della legge 12 marzo 1999, n.
68, gli orfani e i coniugi superstiti di coloro  che  siano  deceduti
per causa di lavoro, di guerra o di servizio, ovvero  in  conseguenza
dell'aggravarsi dell'invalidità riportata per tali cause, nonché  i
coniugi e i figli di soggetti riconosciuti grandi invalidi per  causa
di  guerra,  di  servizio  e  di  lavoro  e  dei  profughi   italiani
rimpatriati, il cui status é riconosciuto ai sensi  della  legge  26
dicembre 1981, n. 763, hanno diritto alla riserva  nei  limiti  della
complessiva quota d'obbligo; 
      c) ai sensi degli articoli 678 e 1014 del  decreto  legislativo
15 marzo 2010, n. 66, il 30 per  cento  dei  posti  é  riservato  ai
volontari in forma  breve  e  ferma  prefissata  delle  Forze  armate
congedati senza demerito ovvero  durante  il  periodo  di  ferma,  ai
volontari  in  servizio  permanente,  nonché   agli   ufficiali   di
completamento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma  prefissata
che hanno completato senza demerito la ferma contratta. 
    I titoli di riserva di cui al  presente  articolo  devono  essere
posseduti al  termine  della  scadenza  per  la  presentazione  delle
domande ed essere espressamente  dichiarati  nella  stessa;  in  caso
contrario non saranno tenuti in considerazione. 
    La riserva di legge  e  i  titoli  di  preferenza  sono  valutati
esclusivamente all'atto della formulazione della  graduatoria  finale
di merito di cui all'art. 10. 
    I posti eventualmente  non  coperti  per  mancanza  di  candidati
riservatari  risultati  idonei  saranno  assegnati  ad  altri  idonei
secondo l'ordine di graduatoria finale. 

Requisiti ed Invio della Domanda

    Per l'ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti,
che devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per  la
presentazione della domanda di  partecipazione,  nonché  al  momento
dell'assunzione in servizio: 
      a)  cittadinanza  italiana  o  di  uno   degli   Stati   membri
dell'Unione europea, oppure cittadinanza  di  uno  Stato  diverso  da
quelli  appartenenti  all'Unione  europea,   qualora   ricorrano   le
condizioni di cui all'art. 38 del decreto legislativo 30 marzo  2001,
n. 165, come modificato dall'art. 7 della legge 6 agosto 2013, n. 97; 
      b) godimento dei diritti civili e politici; 
      c)   diploma   di   perito    industriale    capotecnico    con
specializzazione in chimica  o  altro  diploma  equivalente.  Per  la
valutazione dei titoli conseguiti nell'ambito dell'Unione europea  si
terrà conto di quanto previsto dall'art. 38 del decreto  legislativo
n. 165/2001; 
      d) idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni relative al
posto da ricoprire. L'Amministrazione ha la facoltà di sottoporre  a
visita medica di controllo i vincitori  di  concorso,  in  base  alla
normativa vigente; 
      e) posizione regolare nei confronti del servizio di leva per  i
cittadini soggetti a tale obbligo. 
    Non possono essere ammessi al concorso  coloro  che  siano  stati
esclusi dall'elettorato politico attivo,  nonché  coloro  che  siano
stati  destituiti  o  dispensati  dall'impiego  presso  una  pubblica
amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati
decaduti per aver conseguito la nomina  o  l'assunzione  mediante  la
produzione di documenti  falsi  o  viziati  da  nullità  insanabile,
ovvero licenziati ai sensi  della  vigente  normativa  di  legge  e/o
contrattuale, nonché coloro che abbiano  riportato  condanne  penali
con sentenza passata in giudicato  per  reati  che  costituiscono  un
impedimento all'assunzione presso una pubblica amministrazione. 
    Per i candidati di cittadinanza diversa da  quella  italiana,  ai
fini  dell'accesso  ai  posti  nella  pubblica  amministrazione,   é
richiesto, oltre ad un'adeguata conoscenza della lingua italiana,  il
possesso di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini  della
Repubblica  italiana,  fatta  eccezione  per  la  titolarità   della
cittadinanza. 
    I requisiti  richiesti  devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza  del  termine  per  la  presentazione   della   domanda   di
partecipazione al concorso. 
    Il presente bando sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi  ed  esami».  Sarà
altresì consultabile sul Portale «inPA» - disponibile  all'indirizzo
internet:  «https://www.inpa.gov.it»  -  e  sul  sito  ufficiale  del
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. 
    La  domanda  può  essere  presentata  a  decorrere  dal   giorno
successivo alla  data  di  pubblicazione  del  bando  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi  ed
esami». 
    Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al  concorso
esclusivamente    per    via    telematica,    autenticandosi     con
SPID/CIE/CNS/eIDAS, compilando il format di candidatura  sul  Portale
«inPA»   -   raggiungibile   dalla   rete   internet   all'indirizzo:
«https://www.inpa.gov.it» - previa registrazione del candidato  sullo
stesso Portale. 
    Per la partecipazione al concorso il  candidato  deve  essere  in
possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui
intestato. 
    La registrazione, la compilazione e l'invio on-line della domanda
devono essere completati entro le ore  23,59  del  trentesimo  giorno
successivo alla pubblicazione  del  bando  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale  «Concorsi  ed  esami».
Tale  termine  é  perentorio  e  sono  accettate  esclusivamente   e
indifferibilmente  le  domande  inviate  prima  dello  spirare  dello
stesso. Qualora la  scadenza  coincida  con  un  giorno  festivo,  il
termine é prorogato alle ore 23,59 (ora italiana) del  primo  giorno
seguente non festivo. 
    La data di presentazione on-line della domanda di  partecipazione
al  concorso  é  certificata  e  comprovata  da  apposita   ricevuta
scaricabile, al termine della procedura di invio,  dal  Portale  inPA
che, allo scadere del suddetto termine ultimo  per  la  presentazione
della domanda, non permette più, improrogabilmente,  l'accesso  alla
procedura di candidatura e l'invio della domanda  di  partecipazione.
Ai fini della partecipazione al concorso, in caso di più invii della
domanda di partecipazione, si terrà conto unicamente  della  domanda
di partecipazione inviata cronologicamente per  ultima,  intendendosi
le precedenti integralmente  e  definitivamente  revocate  e  private
d'effetto. 
    Per le richieste di assistenza di tipo  informatico  legate  alla
domanda   di   partecipazione   i   candidati   devono    utilizzare,
esclusivamente e previa lettura delle eventuali FAQ, l'apposito  form
di assistenza presente  sul  Portale  «InPA».  Non  é  garantita  la
soddisfazione entro il termine di scadenza previsto per l'invio della
domanda di partecipazione delle  richieste  inviate  nei  tre  giorni
antecedenti il medesimo termine. Le richieste pervenute in  modalità
differenti da quelle sopra  indicate  non  possono  essere  prese  in
considerazione. 
    Non  sono  valide  le  domande  di  partecipazione  al   concorso
incomplete,  irregolari   ovvero   presentate   con   modalità   e/o
tempistiche diverse da quelle  previste  dal  presente  bando  e,  in
particolare,  quelle  per  le  quali  non  sia  stata  effettuata  la
procedura di compilazione e invio on-line. La presentazione o l'invio
delle domande di partecipazione con modalità diverse da quelle sopra
indicate comporta l'esclusione dalla procedura concorsuale. 

Approfondimenti

→ Vuoi di più? Iscriviti al Canale Telegram di Posizioni Aperte!

Non devi avere le Skills di un'Astronauta per trovare lavoro: Iscriviti alla Newsletter e al nostro Canale Telegram per essere informato sulle Offerte di Lavoro e i Concorsi Pubblici. #YEAH

ASST-di-Bergamo-EST-concorsi

ASST di Bergamo: Concorso per 1 Perito Meccanico

L'Azienda Socio Sanitaria Territoriale "Papa Giovanni XXIII" di Bergamo ha indetto un Concorso Pubblico per la ricerca di 1 Figura Professionale come Assistente Tecnico...