HomeConcorsi PubbliciMinistero della Giustizia ConcorsiPCM: Concorso per 352 Allievi alla Formazione Dirigenziale

PCM: Concorso per 352 Allievi alla Formazione Dirigenziale

PCM - Concorso per 352 Allievi alla Formazione Dirigenziale

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha indetto un Concorso Pubblico per la ricerca di 352 Figure come Allievi al Corso-Concorso selettivo di Formazione Dirigenziale per il reclutamento di 294 Dirigenti nelle Amministrazioni Statali, anche a ordinamento autonomo, e negli Enti Pubblici non Economici.

Bando di Concorso

    1. E' indetto un concorso pubblico, per esami,  per  l'ammissione
di  trecentocinquantadue  allievi  al  corso-concorso  selettivo   di
formazione organizzato dalla  Scuola  nazionale  dell'amministrazione
(di  seguito  SNA)  per  il  reclutamento  di  duecentonovantaquattro
dirigenti nelle seguenti amministrazioni: 
      Presidenza del Consiglio dei ministri - ventotto posti; 
      Ministero del lavoro e delle politiche sociali - tre posti; 
      Ministero dell'economia e delle finanze - trenta posti; 
      Ministero dell'interno - nove posti; 
      Ministero dell'istruzione - ventinove posti; 
      Ministero della cultura - dodici posti; 
      Ministero della difesa - 10 posti 
      Ministero della giustizia - archivi notarili - due posti; 
      Ministero della giustizia -  Dipartimento  dell'amministrazione
penitenziaria - due posti; 
      Ministero della giustizia  -  Dipartimento  dell'organizzazione
giudiziaria, del personale e dei servizi - settanta posti; 
      Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (già  Ministero
delle infrastrutture e della mobilità sostenibili) - sedici posti; 
      Ministero delle imprese e del made  in  Italy  (già  Ministero
dello sviluppo economico) - otto posti; 
      Istituto  nazionale   della   previdenza   sociale   (Inps)   -
quarantanove posti; 
      Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul
lavoro (INAIL) - sei posti; 
      Agenzia per la coesione territoriale - quattro posti; 
      Agenzia nazionale per l'amministrazione e la  destinazione  dei
beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC) -
cinque posti; 
      Agenzia nazionale per i giovani - uno posto; 
      Ispettorato nazionale del lavoro (INL) - dieci posti. 

Requisiti ed Invio della Domanda

    1. Per l'ammissione al concorso  é  richiesto  il  possesso  dei
requisiti di seguito indicati: 
      a) titolo di studio: 
        a1) laurea  specialistica  o  magistrale  oppure  diploma  di
laurea conseguito secondo gli  ordinamenti  didattici  previgenti  al
decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509,  nonché  dottorato  di
ricerca, o master di secondo livello, o diploma  di  specializzazione
conseguito presso le scuole di specializzazione  individuate  con  il
decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 27 aprile 2018,  n.
80; 
      ovvero,  per  i  soli  dipendenti  di  ruolo  delle   pubbliche
amministrazioni: 
        a2) laurea  specialistica  o  magistrale  oppure  diploma  di
laurea conseguito secondo gli  ordinamenti  didattici  previgenti  al
decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, unitamente a un periodo
di almeno cinque anni di effettivo  servizio  prestato  in  posizioni
funzionali per l'accesso alle quali é richiesto  il  possesso  della
laurea; 
      b) cittadinanza italiana; 
      c) idoneità fisica alla frequenza del  corso-concorso  e  allo
svolgimento delle funzioni proprie del dirigente; 
      d) godimento dei diritti civili e politici. Non sono ammessi al
concorso coloro  che  sono  stati  esclusi  dall'elettorato  politico
attivo,  nonché  coloro  che  sono  stati  destituiti  o  dispensati
dall'impiego presso  una  pubblica  amministrazione  per  persistente
insufficiente rendimento, in forza di norme di settore, o  licenziati
per le medesime ragioni ovvero per motivi disciplinari ai sensi della
vigente  normativa  di  legge  e/o  contrattuale,  ovvero  dichiarati
decaduti per aver conseguito la nomina  o  l'assunzione  mediante  la
produzione di documenti  falsi  o  viziati  da  nullità  insanabile,
nonché coloro che abbiano riportato  condanne  penali  con  sentenza
passata in giudicato  per  reati  che  costituiscono  un  impedimento
all'assunzione presso una pubblica amministrazione. Coloro che  hanno
in  corso  procedimenti  penali,  procedimenti   amministrativi   per
l'applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione  o  precedenti
penali a proprio carico iscrivibili  nel  casellario  giudiziale,  ai
sensi dell'art. 3 del decreto  del  Presidente  della  Repubblica  14
novembre 2002,  n.  313,  debbono  darne  notizia  al  momento  della
candidatura, precisando la data del provvedimento e  l'Autorità  che
lo ha emanato ovvero  quella  presso  la  quale  penda  un  eventuale
procedimento penale. 
    2. I titoli di studio di cui al comma 1, lettera  a),  conseguiti
all'estero presso Università e istituti di istruzione universitaria,
sono considerati validi per l'ammissione al  concorso  se  dichiarati
equipollenti/equivalenti a titoli universitari  italiani  secondo  la
normativa vigente. 
    3. I requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di
scadenza del termine stabilito dall'art. 3,  comma  2,  del  presente
bando per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. 
    4. Per difetto dei requisiti, la SNA può disporre  in  qualsiasi
momento l'esclusione del candidato  dal  concorso  con  provvedimento
motivato. 
    1. Il presente bando viene pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». E'
altresì consultabile sul portale «inPA»,  disponibile  all'indirizzo
internet https://www.inpa.gov.it/ e sul sito istituzionale della  SNA
(indirizzo: https://www.sna.gov.it/9corsoconcorso). 
    2. La domanda di ammissione al concorso  deve  essere  presentata
esclusivamente    per    via    telematica,    autenticandosi     con
SPID/CIE/CNS/eIDAS, compilando il format di candidatura  sul  portale
«inPA», disponibile all'indirizzo  internet  https://www.inpa.gov.it/
previa registrazione sullo stesso portale. Per la  partecipazione  al
concorso il candidato deve essere in  possesso  di  un  indirizzo  di
posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato o di un domicilio
digitale. La registrazione, la compilazione e l'invio  on-line  della
domanda  devono  essere  completati  entro  il   trentesimo   giorno,
decorrente dal  giorno  successivo  a  quello  di  pubblicazione  del
presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana  -
4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». Tale termine é  perentorio  e
sono accettate esclusivamente e indifferibilmente le domande  inviate
prima dello spirare dello stesso. Qualora il termine di scadenza  per
l'invio on line della domanda cada in un giorno festivo,  il  termine
é prorogato al primo giorno successivo non festivo.  Sono  accettate
esclusivamente e indifferibilmente le domande inviate  entro  le  ore
23,59,59 di detto termine. La data di  presentazione  on  line  della
domanda di partecipazione al concorso é certificata e comprovata  da
apposita ricevuta scaricabile, al termine della procedura  di  invio,
dal portale «inPA» che, allo scadere del suddetto termine ultimo  per
la presentazione della domanda, improrogabilmente non  permette  più
l'accesso alla procedura di candidatura e l'invio  della  domanda  di
partecipazione. Ai fini della partecipazione al concorso, in caso  di
più  invii  della  domanda  di  partecipazione,  si   terrà   conto
unicamente  della  domanda  inviata  cronologicamente   per   ultima,
intendendosi le precedenti integralmente e definitivamente revocate e
private d'effetto. 
    3.  Nell'apposito  modulo  elettronico  di  presentazione   della
domanda,   il   candidato   deve   dichiarare,   sotto   la   propria
responsabilità  e  consapevole  delle   conseguenze   derivanti   da
dichiarazioni  mendaci  ai  sensi  dell'art.  76  del   decreto   del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, quanto segue: 
      a) il cognome, il nome e il codice fiscale; 
      b) il luogo e la data di nascita; 
      c) di essere cittadino italiano; 
      d)  l'indirizzo  di  residenza,  comprensivo   di   codice   di
avviamento postale,  il  numero  telefonico,  il  recapito  di  posta
elettronica  certificata   presso   cui   chiede   di   ricevere   le
comunicazioni relative al concorso, con l'impegno  di  far  conoscere
tempestivamente le eventuali variazioni; 
      e) il comune nelle cui liste elettorali é iscritto,  oppure  i
motivi  della  non  iscrizione  o  della  cancellazione  dalle  liste
medesime; 
      f) di essere in possesso del titolo  o  dei  titoli  di  studio
previsti dall'art. 2, comma 1, lettera a), del presente  avviso;  per
ciascun titolo dichiarato il candidato deve indicare l'Università  o
l'istituzione che lo ha rilasciato e la data del conseguimento; se il
titolo di studio é stato conseguito  all'estero  il  candidato  deve
indicare gli estremi del provvedimento con il quale il titolo  stesso
é stato riconosciuto equipollente o  equivalente  al  corrispondente
titolo italiano; qualora il candidato  non  sia  ancora  in  possesso
della dichiarazione di equipollenza/equivalenza, dovrà comunicare la
data di presentazione della richiesta alla competente Autorità; 
      g) di essere/non essere dipendente di  ruolo  di  una  pubblica
amministrazione.   Se   dipendente   di    ruolo    della    pubblica
amministrazione, il candidato deve indicare  la  denominazione  della
stessa e  la  posizione  funzionale  occupata.  Se  il  candidato  é
dipendente pubblico ed é in possesso dei requisiti previsti all'art.
2, comma 1, lettera a2) del presente avviso,  deve  dichiarare  nella
domanda di avere compiuto almeno cinque anni di  effettivo  servizio,
svolti in posizioni funzionali per l'accesso alle quali é  richiesto
il  possesso  della  laurea,  nonché  indicare  gli  estremi   degli
eventuali  provvedimenti  interruttivi  del  computo   dell'effettivo
servizio e la durata dei relativi periodi di assenza; 
      h)  di   essere   fisicamente   idoneo   alla   frequenza   del
corso-concorso  e  allo  svolgimento  delle  funzioni   proprie   del
dirigente; 
      i) di non essere stato  destituito  o  dispensato  dall'impiego
presso una pubblica  amministrazione  per  persistente  insufficiente
rendimento in forza di  norme  di  settore  e  di  non  essere  stato
licenziato per le medesime ragioni o per motivi disciplinari da altro
impiego pubblico, di non essere stato dichiarato  decaduto  per  aver
conseguito l'impiego  o  sottoscritto  il  contratto  individuale  di
lavoro mediante produzione di documenti falsi o viziati  da  nullità
insanabile, o, comunque, con mezzi fraudolenti; 
      l) di non aver riportato condanne penali con  sentenza  passata
in   giudicato   per   reati   che   costituiscono   un   impedimento
all'assunzione presso una pubblica amministrazione; 
      m) le eventuali condanne penali riportate (anche se sono  stati
concessi   amnistia,   indulto,   condono   o   perdono   giudiziale,
riabilitazione, sospensione della pena, beneficio della non menzione)
e gli eventuali procedimenti pendenti  penali  o  amministrativi  per
l'applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, in  Italia  e
all'estero; 
      n) il possesso di titoli previsti dall'art. 5, commi 4 e 5, del
decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, che, a
parità di merito, danno luogo a preferenza; i titoli  devono  essere
posseduti alla data di scadenza del termine  di  presentazione  della
domanda; 
      o)  di  essere  portatore/portatrice  di  handicap,  di   avere
necessità, ai sensi della legge n. 104/1992,  di  ausili  e/o  tempi
aggiuntivi per lo svolgimento delle prove concorsuali, con espressa e
specifica  richiesta  degli  stessi;  é  fatto  comunque  salvo   il
requisito dell'idoneità fisica, di cui all'art. 2, comma 1,  lettera
c) del presente avviso; 
      p) di essere soggetto con disturbi specifici  di  apprendimento
(DSA) e fare esplicita richiesta di voler usufruire  dello  strumento
compensativo e/o dei tempi aggiuntivi  necessari  in  funzione  della
propria esigenza che  dovrà  essere  opportunamente  documentata  ed
esplicitata  con  apposita  dichiarazione  resa   dalla   commissione
medico-legale dell'ASL di  riferimento  o  da  equivalente  struttura
pubblica. L'adozione delle  richiamate  misure  sarà  determinata  a
insindacabile giudizio della commissione esaminatrice,  sulla  scorta
della documentazione esibita e dell'esame obiettivo di ogni specifico
caso, e comunque nell'ambito delle modalità individuate dal  decreto
del Ministro per la  pubblica  amministrazione  di  concerto  con  il
Ministro del lavoro e delle politiche sociali e con il  Ministro  per
le disabilità del 9 novembre 2021; 
      q) di aver diritto ad essere esonerato dal sostenere  la  prova
preselettiva (art. 20, comma 2-bis, legge n. 104/1992), eventualmente
prevista, stante  il  riconoscimento  dello  stato  di  portatore  di
handicap e  di  una  percentuale  di  invalidità  pari  o  superiore
all'ottanta  per  cento;  é  fatto  comunque  salvo   il   requisito
dell'idoneità fisica, di cui all'art. 2, comma  1,  lettera  c)  del
presente avviso; 
      r) di  aver  versato  il  contributo  di  segreteria  stabilito
dall'art. 4, comma 45, della legge 12 novembre 2011, n. 183, di 10,00
(dieci) euro sulla  base  delle  indicazioni  riportate  sul  portale
«inPA». Il versamento  della  quota  di  partecipazione  deve  essere
effettuato entro il termine di scadenza di cui al precedente comma 2; 
      s) il  consenso  al  trattamento  dei  dati  personali  per  le
finalità e con le modalità di cui al regolamento  europeo  (UE)  n.
2016/679, del decreto legislativo  30  giugno  2003,  n.  196  e  del
decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101. 
    4.  La  documentazione  inerente  alla  condizione  di  cui  alle
precedenti lettere p) e q), rilasciata dalla  competente  commissione
medica, ovvero  nel  caso  di  soggetto  con  disturbi  specifici  di
apprendimento anche da equivalente struttura pubblica, dovrà  essere
caricata sul portale «inPA» durante la fase  di  inoltro  candidatura
quando richiesto, i files dovranno essere in formato pdf. 
    5. La documentazione inerente al riconoscimento  dello  stato  di
handicap e di un grado di invalidità uguale o superiore  all'ottanta
per cento  di  cui  alla  precedente  lettera  q),  rilasciata  dalle
competenti commissioni mediche, dovrà essere  caricata  sul  portale
«inPA» durante la fase di inoltro  candidatura  quando  richiesto,  i
files dovranno essere  in  formato  pdf,  unitamente  alla  specifica
autorizzazione al trattamento dei dati particolari di cui all'art.  9
del regolamento europeo (UE) n. 2016/679. 
    6. Solo ed esclusivamente in caso di gravi  limitazioni  fisiche,
sopravvenute alla scadenza del termine di cui al precedente comma 2 e
che  potrebbero  prevedere  la  concessione  di  ausili   e/o   tempi
aggiuntivi,  la  documentazione  potrà  trasmessa  a   mezzo   posta
elettronica certificata all'indirizzo protocollo@pec.sna.gov.it entro
il termine di venti giorni successivi alla  data  di  scadenza  della
presentazione delle domande di partecipazione al concorso, unitamente
alla specifica autorizzazione al trattamento dei dati particolari  di
cui all'art. 9 del regolamento europeo (UE) n. 2016/679. 
    7. Non si tiene conto delle domande che non contengono  tutte  le
indicazioni  circa  il   possesso   dei   requisiti   richiesti   per
l'ammissione al  concorso  e  tutte  le  dichiarazioni  previste  dal
presente bando. 
    8. Nel caso in cui le prove d'esame siano precedute  dalla  prova
preselettiva di  cui  al  successivo  art.  6,  la  SNA  verifica  la
validità delle domande solo dopo lo  svolgimento  della  medesima  e
limitatamente  ai  candidati  che  l'abbiano  superata.  La   mancata
esclusione dalla prova preselettiva non  costituisce  garanzia  della
regolarità della domanda di partecipazione al concorso, né sana  le
irregolarità della domanda stessa. 
    9. Le informazioni inserite nella domanda di partecipazione hanno
valore  di  dichiarazione  sostitutiva  di  certificazione  ai  sensi
dell'art. 46 del testo unico di cui al decreto del  Presidente  della
Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. 
    10. La SNA non é  responsabile  in  caso  di  smarrimento  delle
comunicazioni dipendente da inesatte o  incomplete  dichiarazioni  da
parte del candidato circa il proprio recapito  oppure  da  mancata  o
tardiva comunicazione del cambiamento di recapito rispetto  a  quello
indicato nella domanda o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso
fortuito o forza maggiore. 

Approfondimenti

→ Vuoi di più? Iscriviti al Canale Telegram di Posizioni Aperte! Ogni giorno dalle ore 8 sarai informato sui nuovi Concorsi Pubblici, appena emessi. #DAJE

Non devi avere le Skills di un'Astronauta per trovare lavoro: Iscriviti al nostro Canale Telegram per essere informato sulle Offerte di Lavoro e i Concorsi Pubblici. #YEAH

NEWS LAVORO

Comune di Abbiategrasso - concorso per 1 agente polizia locale

Comune di Abbiategrasso: Concorso per 1 Agente Polizia Locale

Il Comune di Abbiategrasso ha indetto un Concorso Pubblico per selezionare 1 Agente di Polizia Locale, da assegnare all'Area degli Istruttori. Lo scopo della...