Migliori Master in Infermieristica

migliori-master-infermieristica

Qual’è lo scopo di conseguire un Master in Infermieristica? Rispondere a questa domanda significa, in un certo senso, ripercorrere tutte le tappe più significative dell’evoluzione professionale della figura degli infermieri.

Professione Infermiere e Master

Nell’immaginario collettivo l’infermiere è quel professionista in camice o divisa bianchi che corre su e giù per le corsie d’ospedale, intento a prestare soccorso a chi lo richiede. In effetti questa figura nasce con tali finalità, ma oggigiorno è alquanto obsoleta, per non dire piuttosto ‘vittoriana’ e cinematografica. 

Nata in Inghilterra nel 1860, o giù di lì, la figura dell’infermiere ha conosciuto negli anni un’evoluzione in termini di settorializzazione, nel senso che nel tempo sono andati formandosi corsi di specializzazione che hanno reso gli infermieri dei veri e propri professionisti.

Ne è la dimostrazione l’emergere di sempre più numerosi Master specifici rivolti ai laureati in Infermieristica, sia in Italia che all’estero, grazie al conseguimento dei quali è possibile aspirare ad una carriera lavorativa di alto livello.

Sfruttati, sottopagati, minacciati e insultati: fare l’infermiere, specie in Italia, non è proprio semplice. Ne sono la riprova il Vaso di Pandora della malasanità che la Pandemia ha scoperchiato o i fatti di cronaca, che vedono coinvolti gli infermieri, riportati sempre più frequentemente.

Chi decide di intraprendere questa carriera deve farlo con un certo spirito di ‘vocazione’ (che, ci teniamo a sottolinearlo, non significa accettare ogni forma di sfruttamento), che richiede di sopportare situazioni spesso molto difficili, legate tanto alla professione in sé quanto a tutto ciò che ruota intorno a questa.

Senza voler demoralizzare nessuno, bisogna comunque riconoscere che quella infermieristica è davvero una delle professioni più difficili, non solo per i problemi legati alla gestione, agli orari di lavoro, e via dicendo, ma per quello che l’infermiere è chiamato a svolgere. Si tratta di una professione, infatti, in cui le qualità e capacità professionali devono necessariamente accompagnarsi ad grandi doti di umanità ed empatia. Trattandosi di un lavoro in cui si ha a che fare con malattie e sofferenze, d’altronde, non potrebbe essere altrimenti.

Il Percorso di Studi e la Crescita

Per diventare infermieri è necessario ottenere l’abilitazione e questa, ovviamente, presuppone la frequentazione di un corso di laurea e il conseguimento del relativo titolo. In sintesi: bisogna iscriversi ad una Facoltà di Infermieristica o Infermieristica Pediatrica. Il corso di Laurea ha durata triennale e per iscriversi è necessario il superamento di un Test d’ingresso, dal momento che il corso di studi in Infermieristica rientra (al pari di quello di altri corsi in discipline medico-sanitarie), tra quelle comunemente chiamate ‘Facoltà a numero chiuso’; chi supera il test potrà poi iscriversi alla Facoltà di Medicina, nel corso di laurea di riferimento.

Uno dei vantaggi di studiare Infermieristica è quello di alternare, sin dal primo anno, teoria e pratica, ossia lezioni in presenza e tirocinio professionale, grazie al quale lo studente può da subito acquisire competenze utili per poter svolgere la professione.

Dopo il conseguimento della Laurea si può decidere se iniziare a lavorare oppure proseguire il percorso di studi frequentando scuole di specializzazione o corsi di Master.

Perché fare un Master

Lo scenario che abbiamo delineato nei paragrafi precedenti, per quanto sconfortante per alcuni, potrebbe invece incentivare altri a specializzarsi in determinati settori e puntare ad una carriera più elevata. Un Master in Infermieristica può rappresentare un’ottima occasione per approfondire la propria conoscenza e le proprie competenze in questo settore, soprattutto per coloro che puntano a cercare un’occupazione all’estero, dove il lavoro è più flessibile e meglio remunerato (specie nei Paesi anglosassoni).

Un Master, come sappiamo, consiste in un percorso formativo della durata di circa un anno, in cui si alternano teoria e pratica e finalizzato da un lato all’ampliamento delle conoscenze nel settore di riferimento e dall’altro a perfezionare tutto questo in termini di pratica. 

In ambito infermieristico un Master non ha valore solamente di ‘titolo in più’ da aggiungere al proprio curriculum, ma è un ottimo strumento per perfezionarsi nella propria professione e soprattutto tenersi costantemente aggiornati in un settore in continua evoluzione che richiede costantemente di adattarsi alle più recenti novità. 

Migliori Master in Infermieristica

Quale Master scegliere? Si tratta, infatti, di una scelta per lo più soggettiva, legata a diversi fattori, noi comunque proviamo ad elencarvi quelli che vengono considerati i Migliori Master in Infermieristica proposti dalle Università in Italia.

Un buon consiglio è di saper trovare quello che più si avvicina al giusto compromesso tra il percorso di studi che hai seguito fino a questo momento e la posizione lavorativa a cui aspiri.

Qual è la Facoltà migliore? Anche in questo caso bisogna valutare bene le opzioni, considerando che ci sono anche molti Master online riconosciuti e che consentono di gestire meglio il proprio tempo. Per aiutarti, devi sapere che ogni anno vengono stilate classifiche dei migliori atenei italiani e stranieri che possono agevolare la ricerca, ma la decisione ultima è sempre individuale.

Bisogna quindi prendersi del tempo e valutare tutte le opzioni del caso. Intanto, ecco come detto alcuni nostri suggerimenti, ad ognuno dei quali abbiamo allegato un link alla pagina del Master citato, ove potrai approfondire tutto ciò che c’è da sapere in merito al programma, alle date e anche ai costi. 

Approfondimenti